Caro amico, oggi ti voglio parlare di una storia tutta all’italiana che riguarda l’Assistenza Garmin. In realtà, credevo che fosse un caso isolato, anche perché stentavo a credere che un colosso come Garmin avesse una falla enorme all’interno del sistema assistenza. Ma indagando tra amici e su vari blog ho scoperto che non sono l’unico ad aver avuto dei gravi problemi con l’Assistenza Garmin. In questo articolo ti racconto tutto.

Tutto inizia quando porto la mia Garmin Virb X in garanzia

Premetto che questo spiacevole episodio è accaduto un anno fa e che ho raccolto un po’ di informazioni utili a confermare la cattiva Assistenza della Garmin. Ma vengo subito al sodo: un annetto fa ho avuto un problema con la mia fidata Action Cam. Si tratta della Garmin Virb X : in pratica non mi caricava più la batteria e funzionava solo in corrente.

Visto che era ancora in garanzia, la porto subito in un centro raccolta Assistenza Garmin.

Il gentilissimo tecnico mi fa firmare una ricevuta e mi dice che il prodotto verrà trattato in garanzia e sarà spedito alla Garmin a Milano. Purtroppo il mio interlocutore omette il fatto che se Garmin Milano decide che il prodotto non è riparabile o il danno non è coperto da garanzia, allora le spese di spedizione (che partono da un minimo di 30 euro) saranno a mio carico.

Dopo una decina di giorni, mi arriva una mail in cui mi informano che la mia action cam non è riparabile. La Virb è da sostituire e non può essere trattata in garanzia in quanto ci sono dei connettori spezzati.

Mi propongono quindi di ritirare la mia Action Cam e di sostituirmela con una rigenerata alla cifra di 280 euro e nel caso non accetto ci sono le famose 30 euro di spedizione.

Assistenza Garmin: garanzia non applicata e richieste semplicemente assurde

Ora facciamo il punto della situazione:

  • Un anno prima ho acquistato la Garmin Virb X a 210 euro (come attesta lo scontrino che ho allegato per la garanzia) e loro mi chiedono dopo un anno 280 euro per SOSTITUIRE la mia con una rigenerata (pura follia);
  • Il prodotto non viene trattato in garanzia per non si capisce quale motivo;
  • Nel caso non accetti la sostituzione devo pagare 30 euro di spedizione, per un collo poi che non arriva ad 1 kg di peso (in un contesto normale avrei pagato dai 6 ai 10 euro);
  • Nel frattempo la Garmin Virb X è diventato un modello antiquato e infatti con 300 euro si può acquistare la Garmin Virb ultra 30,

 

La mia guerra con l’assistenza Garmin – parte I

Mi attacco allora telefono e inizia così la mia interminabile guerra contro un sistema molto anomalo, che vorrebbe copiare Apple, sostituendo il prodotto, ma che si affida ad una società esterna. Ben presto scoprirò che tale società applica le tariffe del listino Garmin anche quando non deve farlo.

Logicamente le mia prima telefonata al centro raccolta Garmin è più che inutile. Continuo chiamando l’assistenza ottenendo solo uno sconto del 30% sull’acquisto di un prodotto Garmin (dopo aver parlato con 3 operatori diversi e aver sprecato tempo).

Ma io non mollo e continuo con le telefonate e, dopo una serie non precisa  di ore al telefono passate a spiegare il problema, mi passano il centro assistenza Garmin di Milano (il Livolsi).

Anche qui ho parlato con diversi operatori (che scaricavano la colpa a Garmin) per poi passarmi un responsabile che, capito il problema e ammettendo che si trattava di un paradosso, si impegna ad occuparsi personalmente del problema (cercando una soluzione che favorisse entrambi).

Ma questa soluzione non è mai arrivata e sto ancora aspettando la mail di questo gentilissimo responsabile.

La mia guerra con l’assistenza Garmin – parte II

Passato qualche altro giorno, attacco a chiamare il call center di Garmin. Questa volta ho un tono molto meno gentile: ansi non esito a diventare minaccioso e far capire che in queste situazioni ho la denuncia facile.

Mi passano un responsabile Garmin, che sembra prendere a cuore la situazione e mi promette di chiarire tutta la vicenda ( compresa la questione della tariffa di spedizione).

Infatti è vero: dopo poche ore ne ho la conferma da una mail che mi arriva dal centro di raccolta. Purtroppo la mail esordisce cosi:

MA LEI CHE PROBLEMA HA?

La mail continua spiegandomi che ho firmato un contratto dove accettavo la tariffa e che loro aumentano cosi smisuratamente i costi di spedizione perché molte persone non vengono a ritirare i prodotti non riparati (proprio per non pagare le spese di spedizione).

Un cane che si morde la coda praticamente. Ma perché se fai pagare anticipatamente la spedizione e poi nel caso il prodotto è in garanzia restituisci l’importo??? Non credo ti convenga poi non puoi chiedere 30 euro.

Comunque, mentre ti scrivo apprendo che questo centro di raccolta è stato eliminato  e al suo posto subentra un Negozio di ciclismo Evolution-Bike. E mentre vi scrivo ho già avuto modo di provare la loro efficienza con una fascia cardio di un Garmin 1030.

 

Un’assistenza per nulla all’altezza dei prodotti Garmin

Ma ora torniamo all’Assistenza Garmin. Dopo qualche giorno o forse meno mi arriva una mail che mi dice:

In via del tutto eccezionale tratteremo il prodotto in garanzia che le verrà sostituito con uno NUOVO.

Ora mi chiedo, può essere così penosa la rete di assistenza Garmin?

Sono stato fortunato per vari motivi:

  • Ho insistito con le telefonate;
  • Il responsabile Garmin si è interessato realmente il problema;
  • Il mio caso era cosi un paradosso da imbarazzare anche il più menefreghista degli operatori.

Ma pensiamo alle svariate testimonianze che ho raccolto, tutti casi risolti in tempi lunghissimi e non sempre con un lieto fine.Sia chiaro non sto mettendo in dubbio la qualità dei prodotti Garmin. Puoi constatare dalle mie recensioni che sono molto soddisfatto, ma l’assistenza Garmin non è assolutamente alla loro altezza.

Per oggi è tutto ti auguro buone pedalate