Una domanda che mi viene fatta frequentemente è quali sono i migliori pneumatici 29″ che si possano montare sotto le nostre front per renderle più scorrevoli ma con un buon grip.
In realtà, questa è una domanda molto complessa, perché bisogna capire bene cosa cerchiamo e di conseguenza analizzare i vari pneumatici che il vasto mercato ci offre.

Come sempre, mi piace procedere per gradi: prima di tutto andiamo quindi a scoprire le varie caratteristiche.
Indipendentemente dalla dimensione del cerchio, infatti, ci sono caratteristiche che individuano la capacità e l’uso di un pneumatico. Parliamo quindi

  • del disegno;
  • della mescola;
  • della larghezza;
  • del tpi;
  • e del peso.

 

I migliori pneumatici 29″: il disegno

Per disegno, intendiamo la tassellatura, che varia da marca e modello, con altezza sezione e posizione dei tasselli:

  •  l’altezza dei tasselli aumenta il grip ma fa diminuire la scorrevolezza.
  • per sezione intendiamo la larghezza del tassello: in un terreno morbido avremo bisogno di più presa, quindi di un tassello più lungo e più largo.
  • la posizione è fondamentale: un pneumatico da fango avrà una tassellatura larga per permettere al fango di non accumularsi mentre un pneumatico da terreni duri avrà una tassellatura più ravvicinata.

 

i migliori pneumatici 29"

I migliori pneumatici 29″: la mescola

Non sto qui a menartela sulla composizione dei polimeri o sulla fase di vulcanizzazione che rende la mescola più dura o più morbida.

Ma voglio spiegarti solo come si fa a capire che tipo di mescola ci troviamo davanti al momento della scelta dei nostri pneumatici.

Solitamente si trova sulla spalla del pneumatico un numero seguito dalla lettera A: più è basso più il pneumatico è morbido. Per esempio un 45a è molto più morbido di un 60a quindi avrà più grip ma sarà meno scorrevole

Il  mio consiglio è quello di usare una mescola morbida all’anteriore e una più dura al posteriore.

E per un  motivo molto semplice: un pneumatico morbido si consuma più velocemente, quindi al posteriore non è consigliabile perché è la ruota di trazione, e quindi quella che si consuma più in fretta. Inoltre, al posteriore abbiamo bisogno di più scorrevolezza e meno grip.

 

I migliori pneumatici 29″: tpi

Il tpi è un dato fondamentale che spesso viene trascurato: ci indica con quanti filamenti di polimero per pollice viene costruita la ruota prima di essere vulcanizzata con la gomma.

Più alto il numero di filamenti minore sarà lo spazio che la gomma avrà a disposizione per insinuarsi durante la vulcanizzazione. Quindi con l’aumento del TPI aumenterà la leggerezza dell pneumatico (i filamenti pesano meno della gomma) ma diminuirà la resistenza alle forature.

Possiamo quindi riassumerne così:

a) Maggiore tpi (da 9o a 120) prevalentemente uso xc-marathon

  • Più fili per unità di lunghezza
  • Meno gomma per riempire gli spazi tra i fili
  • Minore spessore dello strato
  • Peso inferiore
  • Più flessibilità
  • Minore resistenza al rotolamento
  • Maggiore scorrevolezza
  • Migliore contatto con la strada

 

b) Minore tpi (da 60 a 90) prevalentemente uso enduro-dh

  • Meno fili per unità di lunghezza
  • Maggior quantità di gomma necessaria per riempire gli spazi tra i fili quindi più resistenza contro le forature
  • Maggiore spessore dello strato
  • Peso superiore
  • Minore flessibilità
  • Maggiore resistenza al rotolamento
  • Minore scorrevolezza

 

I migliori pneumatici 29″: la sezione

per sezione intendiamo la larghezza del pneumatico, si esprime in pollici e va da 2.0 ai 2.50. Logicamente, maggiore è la larghezza, maggiore sarà il grip che avremo, ma minore sarà la scorrevolezza del pneumatico.

Quindi in XC useremo una sezione tra i 2.0 ai 2.25. Personalmente consiglio 2.0 al posteriore (per una maggiore scorrevolezza) e 2.20 all’anteriore per un maggiore grip.

 

I migliori pneumatici 29″: il peso

Come abbiamo visto, il peso di un pneumatico varia in base alle sue caratteristiche: tpi, e sezione. Può variare dai 450 grammi per un pneumatico da cross-country ai 1000 grammi di uno da enduro o downhill.

i migliori pneumatici 29"

I migliori pneumatici 29″: alcuni test

L’industria dei pneumatici è sempre in continuo sviluppo ricercando e testando nuove mescole. Da alcuni recenti test si evince che:

  • un pneumatico montato tubeless ha un rendimento maggiore di 8 watt rispetto allo stesso montato con camera d’aria (questo perché non c’è attrito tra camera d’aria e copertone);
  • si osserva un miglior rendimento per una sezione larga su tutti i tipi di terreno. In pratica Schwalbe ha rilevato in un test effettuato su tipi di terreno diversi, che una sezione leggermente più larga con pressione minore ha un rendimento maggiore rispetto ad una sezione più piccola ma con maggiore pressione;
  • il maggiore rendimento (circa 80%) dipende dal pneumatico posteriore.

I dati derivanti dai test evidenziano le buoni doti di rendimento di Schwalbe, Continental, e Vittoria, mentre per la resistenza della carcassa contro le forature ed ai tagli l’ordine si inverte ma sul podio ci sono sempre i soliti tre marchi Continental, Schwalbe e Vittoria.

Deludente il test di Maxxis e Michelin, dove la prima eccelle solo nei test enduro con il Minnion Dhr2 mentre la Michelin strappa qualche punto sui test anti-foratura ma con scarsissimi risultati sul rendimento.

 

Se questo articolo ti sembra utile e ti piace fino ad ora, puoi darmi un bel like per sostenere gratuitamente il mio lavoro sul blog:

 

I migliori pneumatici 29″per uso XC e Marathon

In questa parte ho analizzato qualche pneumatico, ora ti propongo quelli da XC :

1.Schwalbe Thunder Burt  

i migliori pneumatici 29"

Resistenza al rotolamento estremamente bassa, e molto leggero.I tasselli piccoli e poco profondi al centro assicurano lo scorrimento veloce, mentre all’esterno più pronunciati per controllo e aderenza in curva. Caratteristiche:

  • 29×2.10
  • tpi: 127
  • peso: 400 grammi (dichiarato dal produttore)
  • consigliato alla ruota posteriore

2. Continental Race-King 

i migliori pneumatici 29"

Queste gomme sono molto usate in ambito professionistico, per il loro carattere Race, con una tassellatura molto leggera sono tra le più scorrevoli sul mercato, ma anche le meno grippanti.

  • 29×2.0
  • 29×2.20
  • Tpi: 3×180
  • peso: 475 grammi (dichiarato dal produttore)
  • consigliato alla ruota posteriore

 

3. Vittoria Mezcal

i migliori pneumatici 29"

Una nuova mescola in casa Vittoria ha dato a questo pneumatico maggiore scorrevolezza e resistenza all’usura. Il nuovo sistema intelligente si chiama IT’S (intelligent tyre system). In pratica, durante il rotolamento le particelle si aggregano tra loro riducendo l’attrito, mentre in frenata ed in curva si scompongono ed aumentano l’attrito.

Sistema abbastanza costoso che in ambito xc vede protagonista solo la Mezcal, nella versione Grafene. Caratteristiche:

  • 29×2.10
  • 29×2.20
  • 29×2.35
  • peso: 690 grammi
  • consigliato su entrambi le ruote 29×2.10 al posteriore e 29×2.20 all’anteriore

 

4. Maxxis Aspen

i migliori pneumatici 29"

È la gomma di Nino Schurter, anche se lui la usa con un tpi 170 fabbricato apposta per lui,. In commercio si trova solo con tpi 120:

  • 29×2.10
  • 29×2.25
  • tpi: 120
  • peso: 565 grammi

Consigliato su entrambi le ruote 29×2.10 al posteriore e 29×2.25 all’anteriore

 

5. Maxxis Maxxlite

Il più leggero di tutti (solo 385 grammi) con un tpi 170. Sicuramente per chi vuole il top in gara, ma tieni conto che è quasi un usa e getta. Caratteritiche:

  • 29×2.00
  • tpi: 170
  • peso: 385 grammi
  • consigliato su ruota posteriore  

 

Per oggi è tutto, spero che quest’articolo possa esserti utile per la scelta di un valido pneumatico, ti rimando al prossimo articolo sulla scelta di pneumatici da enduro. Buone Pedalate

Se questo articolo ti è piaciuto o ti è stato utile, puoi farmelo sapere con un semplice like: