Oggi ti parlo di portabici auto ed in generale su come trasportare la tua bici quando necessario. Mi capita spesso di leggere (sui vari gruppi dedicati al ciclismo ed alla MTB) delle richiesta di consigli su come trasportare la propria bici. Si tratta in realtà di un quesito che tutti noi siamo prima o poi destinati a porci,  quando per la prima volta abbiamo l’esigenza di trasportare la nostra cara amica verso qualche nuovo percorso o semplicemente per raggiungere un luogo di vacanza. Vediamo dunque quali sono le due principali possibilità: il trasporto in auto ed il portabici auto.

Il trasporto in auto

Il trasporto in auto viene adoperato quasi sempre per brevi tratti, giusto per raggiungere un luogo di partenza per le nostre avventure della domenica. Anche se non comporta investimenti economici, si tratta di un metodo che sconsiglio vivamente per i seguenti motivi:

  1. la tappezzeria della nostra auto col tempo sarà piena di macchie di grasso della catena, che potremmo evitare solo con un accurato e preventivo “imballaggio” con vecchi teli (che però ci ruberà molto tempo);
  2. durante la fase di carico/scarico sia la bici che la carrozzeria potrebbero graffiarsi;
  3. in marcia le vibrazioni ed i colpi possono far muovere la bici con la conseguenza di danni ai freni o ad irrimediabili graffi alla forcella o al telaio;
  4. dopo un uscita su un terreno fangoso siamo costretti a lavare la bici prima di caricarla in auto;
  5. se non possiamo lavarla sporcheremo di fango e qualche volta di letame di mucca il bagagliaio;
  6. in caso d’incidente se la bici non è ben legata, potrebbe diventare un arma contro di noi;
  7. senza tralasciare il fatto che solitamente per caricare una o due bici occupiamo bagagliaio e sediolini posteriori (cosa alquanto scomoda).

Portabici auto: i vari modelli

Quindi per semplificare il trasporto della nostra biga, occorre  quasi sempre ricorrere ad un portabici auto. Logicamente non è semplice scegliere quello che fa al caso nostro perché occorre analizzare le nostre esigenze e la compatibilità con la nostra auto.

Ma procediamo per gradi e vediamo quante tipologie di portabici ci offre il mercato:

  1. Portabici auto da tetto
  2. Portabici auto posteriore
  3. Portabici auto da gancio traino

Questi sono dunque  i tre modelli in commercio: ognuno ha i suoi pregi ed i suoi difetti e la scelta è quindi molto soggettiva. Possiamo dire che la nostra scelta cambierà in base

  • alla tipologia di auto
  • al tipo di bici da trasportare
  • alla quantità di bici.

Portabici auto: caratteristiche principali

Ora analizzerò i tre tipi di portabici per auto proprio in base alle caratteristiche e criteri elencati sopra:

  • la portata della bici: giustamente se una e-bike pesa 22 kg, non possiamo optare per un portabici con portata di 18 kg;
  • la quantità di bici: se dobbiamo trasportare più bici dobbiamo acquistare un portabici che ci permetta di farlo e soprattutto senza grosse difficoltà nella fase di carico;
  • la tipologia di auto: capirai che se possiedi una berlina, è più complicato usare un portabici posteriore.

Portabici auto

Portabici auto da tetto

portabici auto mtb

I portabici auto da tetto sono agganciati alle barre portapacchi montate sul tetto dell’auto.
Possiamo scegliere tra due tipi:

  • i portabici auto da tetto con fissaggio al telaio: sono costituiti da una canalina, generalmente in alluminio o acciaio, in cui vanno alloggiate le ruote delle bici e da una staffa per assicurare il telaio;
  • i portabici autoccon fissaggio alla forcella: in questo caso la ruota anteriore andrà staccata con la possibilità di essere fissata ai portaruota che sono montati al fianco del portabici sul tetto dell’auto.

I portabici da tetto sono concepiti per trasportare un’unica bicicletta e nel caso si possiedano più bici sarà necessario acquistarne per ogni bici.
Le ruote devono essere assicurate con una cinghia per dare maggiore stabilità alla bici una volta in viaggio. Nel caso possediamo una Fat Bike bisogna fare attenzione alla dimensione della canalina che deve essere sufficientemente larga per ospitare i copertoni.

Un’altra cosa da tener conto è  l’attacco del fissaggio al telaio, che dovrà essere compatibile con la  geometria del tubo obliquo.(con le bici da downhill si potrebbe avere qualche difficoltà).

Ed ora vediamo i pro e contro di questo tipo di trasporto:

Pro del portabici auto da tetto:

  • fase di carico e scarico molto semplice (ma non sempre)
  • nessun ingombro
  • costi relativamente bassi
  • visuale posteriore non ostacolata
  • si può lasciare sempre montato

Contro del portabici auto da tetto:

  • fase di carico e scarico scomoda quando la bici pesa molto o quando l’auto è molto alta
  • per montarli servono le barre laterali (quindi se non si possiedono è un ulteriore spesa)
  • minore aerodinamicità e di conseguenza aumento dei consumi

In soldoni, ti consiglio questo tipo di portabici per auto nel caso in cui tu

  • abbia una macchina non troppo grande
  • debba caricare al massimo due bici
  • il peso delle bici non superi i 15 kg di peso.

 

Portabici auto posteriore

portabici auto mtb

Sono agganciati al portellone posteriore dell’auto ed in generale sono realizzati su misura per ogni modello.
Esistono anche portabici auto universali e sono anche i più economici.

Generalmente sono costituiti da un telaio dotato di cinghie  da agganciare al portellone posteriore e ancoraggi da appoggiare al lunotto per aumentare la stabilità della struttura.

Anche in questo caso il fissaggio della bici è di due tipologie:

  • con canalina su cui appoggiare le bici in modo del tutto simile ai portabici da tetto;
  • con aggancio al telaio  (ma in questo caso al tubo orizzontale).

Nel caso si opterà per questo tipo di portabici auto, si dovrà fare attenzione a non oscurare la propria targa e le luci.
Bisogna, inoltre, fare particolare attenzione che non ci siano parti a contatto con la carrozzeria dell’auto, o quantomeno  che la bici sia protetta da gomma per evitare graffi indesiderati.

Per questo motivo consiglio il portabici posteriore con canalina, perché la bici non si appoggia alla carrozzeria. Questo tipo di portabici ha il vantaggio di poter trasportare fino a quattro bici ed è rapido da montare.
Ma ho potuto constatare che con il tempo potrebbe  ndebolire le cerniere del portello – logicamente se se ne fa un uso sporadico, il problema non si presenta.

Quindi ricapitolando ecco i vantaggi e svantaggi del portabici auto posteriore:

Pro del portabici auto posteriore:

  • facile da montare e smontare
  • si preserva l’aerodinamicità dell’auto
  • si ha la possibilità di aprire il baule anche con le bici cariche
  • facilità di carico e scarico
  • si possono trasportare più bici

Contro del portabici auto posteriore:

  • non compatibili con bici che non hanno il tubo orizzontale, come quelle da passeggio per donna
  • visibilità pari a zero del lunotto posteriore
  • ingombro laterale

Per riassumere, ti consiglio questo portabici auto per viaggi lunghi e quando devi trasportare più bici.

Portabici auto per gancio traino

Sono portabici auto ancorati al gancio traino e per questo richiedono la presenza di quest’ultimo. Si differenziano in:

  •  piattaforme con canaline su cui appoggiare le bici;
  •  pinze appese al gancio traino stesso (che sfruttano l’aggancio al telaio della bici).

Il principio di trasporto delle bici è lo stesso del portabici posteriore ma hanno il vantaggio di non aver alcun contatto con la carrozzeria dell’auto.

Richiedono la presenza della targa aggiuntiva e, nel caso della piattaforma, anche dei fari. Esistono modelli facili da smontare e richiudere ma possono essere piuttosto ingombranti e di lenta installazione.

Anche in questo caso si possono trasportare fino a quattro bici per e peso totale anche di 100 kg (per alcuni modelli).

Pro del portabici per gancio traino:

  • ottima portata
  • molto stabile
  • facile da installare e da riporre
  • nessun ingombro
  • carrozzeria e portellone non vengono sollecitati

Contro del portabici per gancio traino:

  • visibilità posteriore ridotta
  • prezzo eccessivo
  • necessità del gancio traino
  • necessità di avere targa e luci

Sicuramente è il portabici per gancio traino è adatto

  • a chi deve trasportare bici eccessivamente pesanti come un’e-bike;
  • a chi vuole preservare la carrozzeria ed il telaio
  • a chi utilizza il gancio traino anche per altri scopi.

 

Guida all’acquisto del portabici auto

Andiamo a vedere  quali sono le migliori marche:

  • Peruzzo: uno dei migliori marchi per rapporto qualità e prezzo che offre in catalogo tutti i vari modelli adatti alle nostre esigenze
  • Elite: produce portabici da tetto e posteriori di buona qualità
  • Thule: è il marchio più blasonato e che commercializza portabici auto di ottima fattura e resistenza ma, ahimè, tra i più cari sul mercato.
  • B-Twin: il noto marchio del Declathon ha modelli da posteriore e da gancio traino, con ottimi prezzi e buona qualità dei prodotti

Sicuramente, se puoi permettertelo e sei disposto a fare un piccolo sacrificio economico, ti consiglio Thule. SInceramente la qualità si vede e si apprezza col tempo.

Portabici auto: i migliori prezzi

E ora passiamo a dove acquistare un portabici auto a prezzi competitivi.

Portabici auto su Amazon

Iniziamo da Amazon che offre il vantaggio di poter restituire ed essere rimborsati in caso di problemi di compatibilità.

Due possibilità su Amazon:

Portabici auto su ProbikeShow

In alternativa, Anche Probikeshop ha un vasto catalogo di portabici auto (con modelli dei marchi Thule e Peruzzo).

Portabici auto su Decathlon

Se invece preferisci un acquisto offline, puoi fare una visita a Decathlon che offre tanti modelli per tutti i budget e tutti i gusti. Segnalo che puoi anche identificare il modello e poi acquistarlo sul loro sito.

Portabici auto usato

Naturalmente esiste anche un’alternativa ben più economica: comprare un portabici usato su siti di annunci come Subito e Kijiji. Mi raccomanda: prima di comprare, controlla su internet il prezzo del portabici da nuovo ed assicurati della compatibilità del modello con la tua auto. Potresti anche trovare chi te lo fa provare al momento della consegna con l’evidente vantaggio di andare sul sicuro.

Portabici auto: conclusioni

Spero di esserti stato d’aiuto nella scelta e nell’acquisto di questo indispensabile accessorio, che è spesso fondamentale. Nel tempo, ho scritto vari articoli sugli accessori per MTB (clicca sul link per scoprire una selezione di quelli che ritengo davvero necessari).

Per oggi è tutto: ti auguro buone pedalate