In quest’era di social network, non poteva assolutamente mancare Strava, un programma che registra ed analizza i nostri giri e li condivide con i nostri follower. Il mondo del ciclismo si è diviso in due sull’argomento Strava: c’è chi è a favore e chi lo odia. In questa recensione di Strava, ti presento il suo funzionamento e ti do la mia opinione per aiutarti a farti la tua idea.

Recensione di Strava: utile o inutile?

Sinceramente non riesco a prendere una posizione. Perché da un lato Strava è indubbiamente utile e ben fatto per la parte dedicata all’analisi delle prestazioni. Il programma è fatto su misura per noi ciclisti e ci sono tanti lati positivi.

Ma dall’altro lato, in molti si chiedono: è veramente utile la parte social network che consiste nel  far sapere al mondo intero dove sono stato, quanti km ho percorso e via dicendo?

Ma andiamo per gradi.

Che cos’è Strava

Sostanzialmente Strava nasce per registrare ed analizzare le nostre prestazioni sportive, proprio come altri programmi sportivi tipo Endomondo, Palfitness, Runstatic…

Lo fa usando il GPS del nostro smartphone e può anche registrare ulteriori dati come la frequenza cardiaca, la cadenza di pedalata e addirittura la potenza di pedalata (tutto questo associando dei sensori bluetooth o Ant+ come una fascia cardio o un sensore di cadenza).

Il successo di Strava, a mio parere, si deve fondamentalmente ad alcuni motivi:

  • si è specializzato per l’attività ciclistica, mtb e bdc usando dei parametri molto reali;
  • è un vero e proprio social network del ciclista, dove possiamo seguire i nostri amici, vedendo giro e prestazioni, commentare o dimostrare la nostra approvazione lasciando un like;
  • ha incluso i cosiddetti Kom, ovvero dei segmenti di percorso dove possiamo gareggiare contro tutti, in salita in pianura o addirittura in discesa.

Inizialmente era solo per ciclisti, ma ora anche se il ciclismo resta lo sport principale, ci sono svariate discipline.

 

Se questo articolo ti piace e vuoi sostenere il mio blog gratuitamente, ti basta darmi un like:

 

 

Le principali funzioni di Strava

Come ti ho detto, Strava è un applicazione che trasforma il nostro smartphone in un computer GPS, analizzando e registrando tutti i dati come ad esempio:

  • Velocità
  • Distanza
  • Durata
  • Velocità media
  • Velocità Massima
  • Frequenza Cardiaca

 

Non è l’unica applicazione che ha queste funzioni, ma la cosa che la distingue da altre proposte è la rete social che si è creata intorno. Mi spiego meglio: i dati parlano di circa 10 milioni d’utenti e di 1 miliardo di attività sportive caricate nel 2017. Sono cifre impressionanti che ci fanno capire quanto è seguito Strava.

Come si usa Strava

Per usare Strava basta scaricare l’applicazione sul tuo smartphone e creare un account gratuito. Subito Strava cerca i tuoi amici presenti fra i contatti e ti collega nel suo mondo social.
Se non sei interessato alla parte social ma cerchi solo un valido programma che ti analizzi e registri i tuoi giri, puoi sempre rinunciare alle amicizie e restare “nascosto” in modo che nessuno guardi le tue prestazioni.

Se non usi lo smartphone per i tuoi allenamenti, ma un ciclo-computer, puoi connettere il tuo account.

A mio avviso però  si perde un pò lo spirito di questo programma. Parliamoci chiaro, la bici è uno sport individuale ma per migliorare le nostre prestazioni c’è bisogno di confrontarsi con i nostri amici, vedere le loro prestazioni, e cercare di battere i loro record sui segmenti.

Attenzione però, è facile che la sana competizione che ha ogni ciclista che conosco, possa sfociare in una vera e propria fissazione.

E’ capitato anche a me, per un periodo si faceva a gara con gli amici a chi avesse i kom in discesa (il kom è il record sul segmento), e posso assicurarti, che può diventare una vera ossessione, non si pensa ad altro si studia il percorso si aspetta il momento migliore, analizzando il terreno il vento e tante altre cazzate… con il rischio di spingerci troppo oltre e farci male.

Il mio consiglio è che non ne dobbiamo mai farne un ossessione..

 

Le funzioni avanzate di Strava

Logicamente oltre all’applicazione, Strava ha anche una piattaforma Internet, molto più completa, con funzioni veramente interessanti.

Andiamo ad analizzare le più importanti:

  • analisi dettagliata delle tue prestazioni settimanali e mensili (con una chiara comparazione con i periodi precedenti, permettendoti cosi di visualizzare i vari progressi che hai avuto nel tempo);
  • accesso alle Sfide (le sfide sono degli obbiettivi impostati da Strava che bisogna superare ad esempio percorrere 100 km in un solo giro);
  • creare un percorso di allenamento (questa funzione è veramente interessante e ci permette di creare una traccia del giro da fare con l’aiuto di Strava che ci consigliera i percorsi più battuti dai ciclisti);
  • estrarre e caricare le tracce dei tuoi amici (molto interessante);
  • creare i tuoi allenamenti (impostando la distanza le calorie o il tempo).

Strava si presenta in 2 versioni: quella gratuita e quella a pagamento. Prossimamente ti parlerò proprio delle funzioni avanzate della versione premium per dirti se ne vale la pena. Intanto rispondiamo ad una domanda importante…

Quanto costa Strava Premium?

Il costo dell’abbonamento a Strava Premium è:

  • 59.99 € all’anno (se paghi tutti in anticipo)
  • 7.99 € al mese (se scegli di non pagare l’intero anno in anticipo

Un buon compromesso può essere testare la versione a pagamento per qualche mese con la formula mensile per poi passare a quella annuale (se sei convinto). Potrai così risparmiare 36€ all’anno (quasi il 40) sul prezzo di Strava Premium.

 

Recensione di Strava: conclusioni

Nel complesso trovo che si tratti di un’applicazione molto valida e ben fatta (ne ho provate tante). L’analisi delle prestazioni e le funzionalità sono davvero interessanti. E per quanto riguarda la tanto criticate parte “social network” puoi sempre disattivarla anche se penso che paragonare le proprie prestazione a quelle di amici e compagni di corsa sia davvero utile soprattutto se fatto con lo spirito giusto.

Se questo articolo ti è piaciuto o ti è stato utile, puoi farmelo sapere con un semplice like:

 

Come sempre, ti auguro buone pedalate!