Il Garmin Edge 520 è diventato l’oggetto di desiderio di molti ciclo amatori. Ogni ciclista che si rispetti sente dopo un po’ l’esigenza di abbandonare il piccolo ciclo-computer che il negoziante gli ha regalato all’acquisto della bici, per passare a qualcosa di professionale. Un ciclo-computer che possa analizzare con precisione le nostre prestazioni, che monitori la frequenza cardiaca, la cadenza di pedalata, e che magari ci possa indicare la traccia di un sentiero che non abbiamo mai fatto. È proprio quello che si propone di fare il Garmin Edge 520 che ho provato per il lettori di MTB Addict.

 

EVITA 3 GRAVI ERRORI QUANDO COMPRI UNA MTB

Scarica GRATIS l'ebook per evitare rimpianti e problemi...

Garmin Edge 520 : Caratteristiche Tecniche

Il Garmin Edge 520 è questo e molto altro, mantenendo comunque un prezzo molto abbordabile. Andiamo a vedere le specifiche di questo computerino per biciclette:

  • Display a colori da 2,3″, con ottima risoluzione e poco ingombro;
  • Ricezione dei satelliti GPS/GLONASS, per una navigazione precisa, con la possibilità di caricare i vostri giri preferiti in formato gpx;
  • Impermeabile IPX7;
  •  Autonomia fino a 15 ore;
  • Altimetro barometrico, bussola GPS e sensore di temperatura esterna integrati;
  • Compatibile con fasce cardio e sensori di velocità e cadenza;
  • Compatibile con rulli e cambi elettronici ANT+;
  • Compatibile con Vector® per dinamiche di ciclismo avanzate, come misuratore di potenza e calcolo del VO2 max;
  • Tempi di recupero;
  •  Virtual Partner;
  • Funzione Segmenti tramite Garmin Connect o STRAVA;
  • Compatibile con i sistemi di sicurezza Varia Radar e Varia Lights;
  • Smart Notification e connettività wireless via Bluetooth;
  • Compatibile con Garmin Connect Mobile;
  • Download di app e widget tramite Connect IQ.

 

Descrizione del Garmin Edge 520

Questo piccolo gioiellino di casa Garmin, non ha nulla da invidiare ai suoi fratelli maggiori, l’Edge 1030 -1000-820: in pratica ha tutte le loro funzioni più importanti, ma con un prezzo più basso.

Prezzo basso dovuto a:

  • Display da 2,3″, più piccolo rispetto gli altri modelli, ma che comunque ha una buona visibilità ed è a colori;
  • Non è Wireless, quindi per connetterlo bisogna associarlo via bluetooth al cellulare. Ma, a mio avviso, è la migliore connessione, anche perchè durante i nostri giri il wi-fi è inutile;
  • Non è cartografico, nel senso che non ha mappe precaricate di strade e di sentieri, quindi se installiamo una traccia gpx ci segnerà solo il sentiero da seguire, avvisandoci se usciamo fuori rotta. Ma non possiamo vedere se ci sono sentieri o strade alternativi;
  • Assenza di scheda di memoria, quindi si può sfruttare solo la memoria interna per la registrazione di giri e di tracce, ma comunque ha 100 percorsi memorizzabili.

Ed ora veniamo a quello che lo rende a mio avviso uno dei migliori ciclo-computer, attualmente in commercio:

  • Compatibile con sensori di cadenza, velocità e fascia cardio ANT+ Garmin Edge 520. La fascia cardio si divide in: sensore ant+, e fascia elastica in materiale lavabile, molto comoda ed inoltre sostituibile. Ti consiglio l’acquisto di una seconda fascia compatibile che si vende ad un buon prezzo ed è utile come fascia di riserva, la trovi a questo link;
  • Compatibile con rulli ant+: possiamo quindi impostare un allenamento specifico sul Garmin Edge 520, ed i rulli regoleranno la resistenza in base all’esercizio. Ecco un elenco di rulli compatibili;
  • Compatibile con sistema Vector, ovvero i pedali che misurano la potenza ed altre dinamiche di ciclismo avanzate;
  • Compatibile con cambi elettronici, come il Dura ace Di2, dove oltre a vedere sul display del nostro Edge 520 che rapportatura abbiamo, possiamo (dai pulsanti del cambio) sfogliare le pagine del nostro ciclo-computer;
  • Compatibile con sistemi di sicurezza e luci Varia (come il radar che ti avvisa se sta arrivando un veicolo), le luci anteriori che regolano il loro fascio luminoso in base alla velocità o le luci posteriori che, se montate a coppia, hanno la funzione di indicatori di direzione;

 Garmin Edge 520

 

  • Funzione segmento, abbiamo la possibilità di confrontarci con altri ciclisti su dei tratti di percorso appositamente creati dagli utenti. Si associa a Garmin Connect e Strava, caricando automaticamente tutti i dati alla fine del giro;
  • Funzione di auto-paused, utile durante le nostre soste al bar (in pratica quando ci fermiamo il ciclo-computer va in pausa automatica e non registra nessun dato);
  • Funzione rilevamento incidente:
    importantissima funzione, che in caso di caduta avvisa i tuoi contatti  tramite messaggio inviando anche le coordinate Gps. I contatti di emergenza vanno impostati nell’applicazione del cellulare Garmin Connect;
  • Profilo utente, con la possibilità di memorizzare più bici ed anche l’allenamento indoor (rulli);
  • Compatibile con telecamera Virb, serve ad azionare la telecamera direttamente dal ciclo-computer;
  • Funzione live track, associata all’applicazione del cellulare Garmin Connect, si potrà far sapere ai propri contatti in tempo reale la propria posizione.
  •  Garmin Edge 520Funzione smart notification, per vedere mentre sei in bici i messaggi e chi ti chiama sul tuo smartphone (peccato che non si vedano i messaggi Whatsapp o le altre notifiche);
  • Virtual partner, cioè un partner che pedala sempre alla velocità preimpostata, sia in discesa che in salita;
  • Piani di allenamento, che possiamo creare in base alle nostre esigenze, impostando distanza, durata, calorie, zona cardiaca o altro ancora.

 

 

 

Ecco un video della Garmin che presenta il ciclo-computer Edge 520:

 

Test Garmin Edge 520: Prova sul campo

Adatto sia per MTB che bici da corsa, ho trovato questo piccolo gioiellino perfetto sotto ogni aspetto.

Se qualcuno potrebbe storcere il naso per il display di dimensione ridotte, posso garantire che ha un ottima visibilità e, a mio avviso, il suo punto forte è proprio l’ingombro ridotto. Lo vedo particolarmente adatto per i giri Enduro, dove sconsiglio vivamente prodotti molto ingombranti (una caduta potrebbe risultare rovinosa per l’apparecchio).

La batteria ha davvero un’autonomia notevole: dopo circa 4 ore con i sensori e lo smartphone associati, siamo ancora al  65% di autonomia,  dopo 2 anni che lo uso

La funzione telecomando per Garmin Virb X è utile per scattare foto ed avviare o stoppare la registrazione dei video.

Divertente è la funzione dei segmenti, che ti avvisa all’inizio ed alla fine, permettendoti di aumentare la prestazione solo dove  serve necessariamente.

Per una persona come me che ha 4 bici, trovo importantissimo la selezione del profilo attività, dove possiamo  associare la bici ed il tipo di attività. Un esempio : MTB – bici da corsa – city bike – rulli.

La luminosità si può regolare oppure escludere completamente (per preservare l’autonomia della batteria).

La navigazione è intuitiva, anche se la mappa cartografica darebbe quel tocco in più ad un già ottimo prodotto.

 

Test Garmin Edge 520: Conclusioni

Uso peri miei giri in bici il Garmin Edge 520 da quasi 2 anni e sinceramente lo trovo meraviglioso:  non l’ho mai dovuto resettare, mai nessun problema.

Il GPS Glonass fa il suo dovere egregiamente e la navigazione è ottima (se ci fosse anche la mappa).

Se badi oltre che alla forma anche al portafoglio (come me), allora il Garmin Edge 520 fa per te. Ti consiglio di acquistarlo in confezione bundle, con fascia cardio sensore di cadenza e di velocità nella confezione. Lo puoi trovare a buon prezzo su Amazon. Ti consiglio, inoltre, la cover colorata e le protezioni per lo schermo.

Nella confezione troverai i supporti per il manubrio ma se hai una seconda bici puoi acquistarlo a questo link.

Per ora è tutto. Ti dò appuntamento al prossimo articolo e non dimenticare di lasciare la tua e-mail per ricevere le mie guide gratuite e non perderti nessun articolo (puoi inserirla nel modulo in basso).