Hai mai sentito parlare di L-Carnitina? Capita molto spesso in un negozio di bici di curiosare tra i prodotti per la nutrizione: tutti noi conosciamo la funzione dei sali minerali o delle barrette energetiche, ma spesso i nostri cari amici negozianti sono forniti di una miriade di prodotti con nomi o sigle a noi sconosciute, come ad esempio la L-Carnitina e la Aceti L-Carnitina (a cui ci interessiamo oggi).

Ricevi gratis la mia guida che ti spiega tutto sulla carnitina

e gli altri integratori alimentari

Ti basta indicarmi il tuo nome e la tua e-mail per riceverla subito: 

Tranquillo/a, odio lo spam e potrai scegliere di non ricevere più le mail con un semplice clic! 

Per maggiori dettagli, ecco la privacy policy del sito.

Non solo doping: gli integratori ed i loro vantaggi^

Quando vediamo tutti questi prodotti, il nostro primo pensiero, va al mondo del doping e ci auto-convinciamo che il miglior integratore che esiste è la classica banana nello zainetto.

Questo probabilmente vale per chi muove i primi passi sui pedali e fa uscite di poche ore, ma con le uscite più intense il discorso cambia. Gli integratori per il fitness sono  importanti nel caso di attività sportive di lunga durata, soprattutto per bilanciare una dieta in cui, con la normale alimentazione, non riusciamo a soddisfare i fabbisogni di qualche componente nutritivo.

A cosa servono gli integratori?^

Se ci serve più potassio non possiamo mangiare 5 banane. Se necessitiamo di più aminoacidi è impensabile ingerire 2 kg di carne.
L’utilizzo di integratori altro non è che un modo per sopperire a specifici fabbisogni che sono aumentati per vari motivi, senza caricare l’organismo degli altri nutrimenti presenti nei cibi che potrebbero fornirceli.

Gli integratori sono sostanze legali che vengono approvate e controllare dal Ministero della Salute, mentre l’uso di sostanze dopanti è vietato dalla legge.  Gli integratori alimentari, inoltre,  sono sostanze sicure e non danneggiano la salute, proprio grazie ai controlli ed alle normative che li regolano,

Oggi parliamo di un prodotto a molti sconosciuto: la L-Carnitina.

La L-Carnitina : proprietà^

L-CarnitinaLa L-carnitina è un amminoacido sintetizzato nell’organismo umano dal fegato.

Trasporta gli acidi grassi nelle centrali energetiche delle cellule, in modo tale che sia possibile generare energia in modo efficiente per l’allenamento dimagrante.

L-Carnitina: a cosa serve?^

Come detto, la carnitina è un integratore alimentare usato in ambito medico, ma anche in ambito sportivo. Rispondiamo ora alla domanda a cosa serve la carnitina? Questo integratore si usa per

  • l’ingresso degli acidi grassi all’interno dei mitocondri, dove vengono ossidati per produrre energia.
  • le sue proprietà vaso protettive
  • la capacita di aumentare il colesterolo HDL
  • i suoi provati benefici cardiovascolari
  • la capacità di ridurre i trigliceridi

La L-Carnitina e lo sport^

Come abbiamo visto in questo articolo su come dimagrire, quando pedaliamo in zona aerobica tendenzialmente bruciamo grassi. La carnitina ci aiuta in questa operazione. In sostanza, la carnitna trasporta gli acidi grassi al mitocondrio e li trasforma in energia, svolgendo quindi una doppia funzione: brucia i grassi e apporta più energia.

La L-Carntina per dimagrire^

Questa sostanza è quindi particolarmente adatto a chi deve perdere peso e dimagrire in poco tempo. La carnitina è quindi un ottimo integratore sostanzialmente associato ad una dieta ipocalorica.

Dosi e somministrazione della L-Carnitina^

La dose consigliata varia dai 2000 ai 3000 mg al giorno per massimo 30 giorni. Se si usa come integratore sportivo, è consigliabile assumerlo mezz’ora prima dell’allenamento. Se associato invece solo alla dieta, va preso a piccole assunzioni (1000 mg) lontano dai pasti (anche 2 volte al giorno).

Carnitina negli alimenti: dove si trova^

Oltre ad essere assunta attraverso degli integratori alimentati, una dieta adeguata può aiutarci ad ottenere maggiore carnitina. La carnitina è infatti presente in molti alimenti ed in particolare la carne (lo avevi indovinato immagino). Mangiare regolarmente carne di maiale, coniglio, agnello, pecora, manzo può aiutarci ad assumere maggiori dosi di carntina (ovviamente solo con l’assunzione di integratori sarai sicuro di avere la dose che ho indicato più sopra).

Carnitina: effetti collaterali e controindicazioni (il mio test)^

Logicamente prima di parlarti di questo integratore, l’ho usato per un mese, associandolo ad una dieta iperproteica. Le mie impressioni sono soddisfacenti:

  • Nessun effetto collaterale
  • Diminuzione della massa grassa (anche se ci ho dato dentro con allenamenti e dieta)

Insomma per quanto mi riguarda gli effetti della carntina sono stati solo positivi.

La carnitina fa male?^

Quindi alla domanda “la carnitina fa male?”, dal mio test mi sento di rispondere no, a patto che si seguono le indicazioni che trovate quando la acquistate. Ovviamente si tratta solo della mi esperienza personale che non sostituisce il consiglio di un medico: alcune persone potrebbero riscontrare che si du loro la carnitina fa male. Ed è comunque certo che una dose troppo elevata potrebbe risultare in sintomi molto fastidiosi quali diarrea, nausea, vomito e crampi addominali. Insomma, bisogna andarci piano e testarla prima in piccole dosi per valutarne gli effetti.

Differenze tra L-Carnitina e Aceti L-Carnitina^

La composizione chimica della carnitina può variare in due diverse sostanze, la L-Carnitina e la sua forma acetilata, detta Aceti L-Carnitina. Quest’ultima differisce dalla L-carnitina non solo per la funzione energetica, ma anche per una funzione di miglioramento della capacità cognitive (con un notevole progresso della memoria e della concentrazione).
Questo perché l’acetilcolina è un noto neurotrasmettitore. La forma acetilata è, inoltre, anche un inibitore del cortisolo e quindi è un ottimo anabolico post allenamento, per il recupero muscolare.
Non mi sento però di consigliarti l’uno o l’altro perché fondamentalmente le loro funzioni sono diverse.

Personalmente preferisco assumere la L-Carnitina come energetico pre allenamento, in quelle uscite di almeno tre ore. Oppure di usare una fiala di L-carnitina da 3000 assunta in 2 frazioni (metà prima dell’uscita e metà durante).
Mentre preferisco assumere l’Acetil L Carnitina nel post allenamento, in particolare quando devo concentrare i miei sforzi al lavoro alla famiglia (che di energie ne richiede tante)…
In molti usano la forma acetilata anche nei giorni di riposo, come semplice integratore. È una scelta comprensibile per prendere due piccioni con una fava: ma ricorda che la Aceti L-Carnitina va assunta al mattino mezz’ora prima della colazione.

Carnitina: prezzo e risultati del mio test^

Se siete interessati a provarla, trovate la carnitina online o nei negozi di bici (ma è possibile trovare la carnitina in farmacia ovviamente. Personalmente ho acquistato delle capsule Acetil Carnitina per i giorni in cui non mi allenavo o quando facevo qualche uscita veloce, assumendo 1 compressa da 1500 mg al mattino lontano dalla colazione e 1 compressa mezz’ora prima di uscire in bici.

Per gli allenamenti più intensi, ho anche acquistato la carnitina a flaconi, assunta sempre mezz’ora prima dell’allenamento. Il prezzo varia ma diciamo che con una quindicina di euro potrai provare questo integratore.

Per oggi è tutto ti saluto e ti auguro buone pedalate.